Linee tecniche regionali

La Regione Piemonte ha rivoluzionato il proprio sito internet. La pagina iniziale https://www.regione.piemonte.it/web/temi/agricolturaa contiene il menu degli argomenti trattati.

La sezione "Servizi fitosanitari e PAN" contiene molti argomenti, tra i quali le Norme Tecniche di Produzione Integrata 2019 (meglio note come "i disciplinari"), pratiche agricole obbligatorie per le aziende aderenti all'operazione 10.1.1 (la … "nuova 2078") e da rispettare per le aziende aderenti al SNQPI.

Nell'introduzione, la Regione definisce la produzione integrata come "quel sistema di produzione agro-alimentare che utilizza tutti i metodi e mezzi produttivi e di difesa dalle avversità delle produzioni agricole, volti a ridurre l'uso delle sostanze chimiche di sintesi e a razionalizzare la fertilizzazione, nel rispetto dei principi ecologici, economici e tossicologici". Inoltre, come prevede il P.A.N. , nella Regione Piemonte la produzione integrata volontaria, quella alla quale aderiscono le aziende con la presentazione delle domande 10.1.1 "fa riferimento agli impegni previsti da specifiche Norme Tecniche redatte in conformità alle Linee Guida Nazionali di Produzione Integrata e approvate con Determinazione Dirigenziale del Settore Fitosanitario e Servizi tecnico-scientifici n. 182 del 5 marzo 2019". Per i beneficiari di misure a premio del PSR (quali la 10.1.1) valgono inoltre eventuali ulteriori disposizioni contenute nei bandi attuativi.

Qui di seguito trovate, come sempre, le norme regionali, che sono però oggetto di periodici aggiornamenti, anche in corso d'anno.

Le norme tecniche (ovvero i disciplinari di produzione integrata – DPI), sono consultabili e scaricabili alla pagina

https://www.regione.piemonte.it/web/temi/agricoltura/servizi-fitosanitari-pan/norme-tecniche-produzione-integrata-2019

Le Norme Tecniche di Produzione Integrata sono così composte :

- NORME GENERALI - PRATICHE AGRONOMICHE - contengono l'insieme delle indicazioni colturali (vincoli e consigli) relative alla buona prassi agronomica dove sono fissati i vincoli e gli adempimenti aziendali di carattere generale;
- NORME GENERALI - DIFESA FITOSANITARIA - contengono l'insieme delle indicazioni (vincoli, consigli e criteri generali) che consentono una corretta gestione fitoiatrica, valorizzando prioritariamente tutte le soluzioni alternative alla difesa chimica che permettano di razionalizzare gli interventi salvaguardando la salute degli operatori e dei consumatori, nonché, allo stesso tempo, limitare i rischi per l'ambiente, in un contesto di agricoltura sostenibile.
- ALLEGATO I "Fertilizzazione" - suddiviso in "Istruzione per il campionamento dei terreni e interpretazione delle analisi" e "Norme per la fertilizzazione nella produzione integrata".
- ALLEGATO II - Allegato alla Decisione UE - N.C(96) 3864 del 30/12/96 - Criteri adottati per la definizione delle Norme Tecniche di difesa delle colture ed al controllo delle infestanti.
- ALLEGATO III - Sostanze attive classificate come "Candidati alla sostituzione" ai sensi del Reg. 408/2015/UE e successive integrazioni (smi).
- ALLEGATO IV - Meccanismo d'azione dei fungicidi disponibili per la difesa dai funghi patogeni (Classificazione FRAC-IRAC-HRAC).
- ALLEGATO V - Schede di registrazione formato pdf | formato excel
- PARTE SPECIALE - SCHEDE DI COLTURA - contengono le indicazioni (vincoli e consigli) specifiche per ogni coltura utili al raggiungimento degli obiettivi della produzione integrata e della tutela ambientale, nel rispetto delle norme tecniche agronomiche, di difesa e di diserbo. Per la parte agronomica, laddove non sia presente la scheda di coltura ci si dovrà attenere alle Norme Generali e, per quanto riguarda la concimazione, si rimanda all'Allegato I - Fertilizzazione e in particolare al metodo del bilancio semplificato.

Per semplificarne la consultazione le schede di coltura sono suddivise in 3 parti:

1) COLTURE FRUTTICOLE E VITE
2) COLTURE ORTICOLE
3) COLTURE ERBACEE

E' importante la consultazione del sito in quanto periodicamente la Regione aggiorna i DPI.

Inoltre in questa sezione sono contenute le deroghe temporanee rilasciate dal Settore Fitosanitario Regionale In caso di eventi straordinari che determinino situazioni fitosanitarie ed agronomiche non controllabili o risolvibili con i mezzi e i metodi previsti dalle Norme Tecniche.

Queste deroghe hanno validità temporanea di carattere aziendale o, se la problematica coinvolge ampi territori, di valenza territoriale.

E' inoltre presente l'archivio delle deroghe concesse negli anni 2016-2017-2018.